Jessica Angiolini

Canto Pop - Black

Studia canto dall’età di nove anni con Maria Grazia Fontana. Successivamente intraprende lo studio del pianoforte classico presso il Conservatorio del Teatro dell’Unione di Viterbo.

Nel 2008 apre il concerto al “Maurizio GianMarco Jazz Four” presso il Teatro degli Industri di Grosseto per la manifestazione “Jazz for Life”, con brani di George Gershwin.

All’età di 16 anni si iscrive alla scuola di musica “Rockland” di Grosseto e continua gli studi di canto con Daniela Volpe e Fulvio Tomaino, e di pianoforte moderno con Andrea Vanni. Consegue il diploma nell’Accademia “La Voce” con voto 105/110 nel 2014.

Frequenta “Accademia Spettacolo Italia” dove lavora in studio di registrazione con Massimo Calabrese, sulla composizione di una pop song con Piero Calabrese e sulla tecnica vocale con Fulvio Tomaino.

Nel 2015 intraprende il percorso di Laurea in Canto Jazz-indirizzo Popular Music presso il Saint Louis College of Music di Roma, dove studia canto e improvvisazione con Stefania Del Prete, Diego Caravano e Pierluca Buonfrate, armonia e arrangiamento con Antonio Solimene, Andrea Avena e Roberto Giglio, ear training con Francesco Luzzio e Antonio Solimene, pianoforte con Dario Zeno e Claudio Colasazza, analisi ritmica con Davide Piscopo e Roberto Palladino, musica d’insieme con Andrea Rosatelli, Marco Manusso e Diego Caravano.

Nel 2017 intraprende gli studi “Estill Voice Training” frequentando i corsi di livello 1 e 2 tenuti da Alejandro Saorin Martinez e studiando privatamente con Stefania del Prete.

Si esibisce nella provincia Grossetana e Viterbese sin dalla tenera età con varie formazioni. Ha collaborato con artisti e autori della zona quali Santino Rocchetti, Marco Caudai, Raffaele Scoccia, Isabella del Principe, Alessio Buccella, Andrea Perrozzi, Fabrizio Biscontri, Luca di Capua, Francesco Favilli, Paride de Carli, Raffaele Toninelli, Francesco Micocci, Leonardo Marcucci, Daniele Michelacci, Andrea Vanni, Carla Baldini, Andrea Lagi, Aldo Milani.

Nel 2018 è nella giuria tecnica insieme ad altri 100 giurati del talent per bambini “Prodigi” in onda su Rai Uno, con Pippo Baudo.

Insegna canto moderno presso l’ Ass. Culturale “Zero in Condotta” ONLUS di Montalto di Castro (VT) dal 2014 al 2017. Dal 2014 al 2016 presso Ass. Culturale “Polisportiva Capalbio” (GR). Dal 2015 presso l’Ass. Culturale “AGAPE” di Albinia (GR) dove dal 2017 ha iniziato a dirigere il Coro Agape, arrangiando e riadattando personalmente brani tratti dalla musica leggera internazionale e italiana.

I corsi

Pop
20181107105200

Programma didattico

Il corso di Canto Moderno è rivolto a chiunque interessi imparare ad avere il controllo della propria voce, a partire dagli 8 anni senza limiti di età.

Il corso spazierà dall’apprendimento teorico e pratico della tecnica vocale ( basato su testi di anatomia e foniatria) arrivando ad incrementare nozioni primarie di Armonia ed Ear Training.

Gli elementi di teoria musicale quali armonia ed ear training saranno finalizzati all’uso più cosciente del mezzo vocale inteso come strumento, al pari di qualsiasi altro componente di una band, duo acustico, orchestra, organico che sia.

Per gli allievi più giovani si prenderà molto meno in considerazione la parte teorica e si incrementerà accrescendo il repertorio musicale.

ARGOMENTI RESPIRAZIONE COSTO-DIAFRAMMATICA

La respirazione costo-diaframmatica prevede l’uso del muscolo diaframmatico (una lamina muscolo-tendinea che separa il torace dall’addome) che abbassandosi comprimendo le viscere in fase inspiratoria, ci permette di ampliare il tessuto spugnoso dei polmoni, i quali gonfiandosi completamente assorbiranno molta più aria di quanta invece si riesce a prendere con la respirazione clavicolare, alta e dannosa per la salute del nostro strumento. Altrettanto fondamentale nell’atto respiratorio è la fase di espirazione, durante la quale il diaframma progressivamente risalirà verso la sua posizione di base e controllerà quindi, insieme ai muscoli addominali, che l’emissione d’aria o di suono sia ben gestita e costante.

L’uso corretto della respirazione costo-diaframmatica ci permette di gestire il fiato e di conseguenza i suoni, allontana le tensioni superflue e ci mette in contatto con il nostro corpo. É quindi importante per chi sceglie di usare la voce come mezzo di lavoro come cantanti, attori e presentatori, al fine di preservarla e mantenerla longeva nel tempo.

PRODUZIONE DEL SUONO E APPARATO RISONATORE – CENNI ANATOMICI SULLA FONAZIONE

La voce è lo strumento del cantante, come lo è la chitarra per il chitarrista. È prodotta all’interno della laringe (una parte di essa negli uomini è molto visibile da chiamata “pomo d’Adamo”) precisamente dalle corde vocali, due muscoli molto delicati che vibrando generano suono. Il suono prodotto dalla vibrazione delle corde vocali al passaggio dell’aria attraverso di esse si plasma attraverso le cavità orale e nasale, conclamandosi all’esterno. La ricerca del cantante è quella di riuscire a trovare la combinazione giusta tra i risonatori, e una volta raggiunto l’equilibrio di essi si preoccuperà di gestire punta, corpo e velluto, che sono le tre caratteristiche della voce, mettendo in risalto il proprio timbro.

PASSAGGIO DI REGISTRO – grave,PETTO-TESTA,fischio

La voce ha una sua estensione che va dal suono più alto al suono più basso, ed è soggettiva, soprattutto tra uomini e donne. All’interno della voce di ognuno esistono delle specifiche zone, che sono i registri vocali. I due principali registri vocali sono la voce di petto e la voce di testa. Quando siamo intenti a cantare una canzone particolarmente alta o che semplicemente ci sembra troppo difficile, possiamo insorgere nella rottura brusca e spiacevole della voce, questo accade quando non vi è il passaggio di registro, quindi quando non riusciamo a passare dalla dalla vocalità di petto a quella di testa. Attraverso l’uso di esercizi specifici riusciremo a passare dal registro medio a un registro acuto senza far sentire quello “scalino” fastidioso, e soprattutto senza farci del male.

ARMONIA & EAR TRAINING

Intonazione e riconoscimento di intervalli, concetto di tonalità, scale, concetti di armonia.

REPERTORIO orientato sulla musica moderna (POP, ROCK, SOUL,FUNK, JAZZ, ETC).