Claudio Valentini

Recitazione collettiva - Recitazione individuale

Fin da giovanissimo mostra un forte interesse per la comunicazione attraverso forme artistiche diverse ma affini. Dal teatro classico al teatro interattivo, dove crolla la quarta parete e lo spettatore diventa parte della creazione che cambia forma ad ogni replica. Segue i corsi di psicodramma tenuti da Ferruccio di Cori, Teatroterapia con Maurizio Cavallo. Frequenta “Nuovo spazio teatro musica” diretto da Guglielmo Ferraiola e Flavio Albanese e per alcuni mesi segue i corsi dell’Accademia Ribalte di Enzo Garinei.

Al teatro affianca l’attività radiofonica in veste di speaker, autore e regista per le seguenti emittenti (Rdvs, Musica Radio, Radio Enea, Radio Immagine, Radio Latina, Radio Spazio Aperto, Radio Ies) e la conduzione televisiva nel quiz “notte d’oro” di Telemedia Interact tv in onda su 7Gold e dal 2010 al 2012 è tra i volti di Ies Music con il programma Ieswelove di cui è autore e conduttore.

Diviso tra telecamera e macchina da presa, inizia a seguire corsi e workshop di recitazione cinematografica con i casting director più affermati fino a spostarsi a Londra per approfondire il linguaggio cinematografico grazie al supporto di Vivienne Cozens, docente dell’actors centre di cui seguirà il corso “Acting for the camera”.

Ha lavorato come controfigura su produzioni internazionali “Zoolander 2”, regia di Ben Stiller; “Master of Florence”, regia di Sergio Mimica;  “John Wick – Capitolo 2”, regia di Chad Stahelski; “Smitten!”, regia di Barry Morrow, “The name of the rose” regia di Giacomo Battiato e interpretato piccoli ruoli su alcune fiction tra cui “E’ arrivata la felicità”, “Baciato dal sole”, “A un passo dal cielo 3”. Ha inoltre preso parte con ruoli di primo piano a diversi cortometraggi tra cui “iL’ultimo Archivista” Regia Alfredo Arciero, “Il varco” Regia Max White, “Senza Respiro” Regia Angelo Antonucci.

Sempre attento alle novità e alle commistioni tra i generi negli ultimi anni ha sperimentato le potenzialità del web con la sit-com “Cla&Betta”, facendo incursioni come intervistatore al “Roma web fest” e vincendo il premio testimonianza con il corto “Me&Aron” di cui è regista, alla prima edizione del “Pet Carpet film Festival”.

RECITAZIONE DAVANTI ALLA MACCHINA DA PRESA

Le lezioni sono rivolte sia a chi si avvicina per la prima volta al mondo della recitazione, sia ad attori con una base teatrale che vogliono sperimentarsi davanti alla macchina da presa.

Analizzeremo le differenze tra i mezzi comunicativi con l’obiettivo principale di rendere i nostri personaggi credibili. Ogni quattro incontri valuteremo i progressi attraverso il materiale girato e ci porremo nuovi traguardi. Impareremo le principali differenze tra “muoversi su un palco” e “muoversi su un set”. Faremo particolare attenzione allo studio del primo piano, e a come il nostro volto parla anche quando stiamo in silenzio. Capiremo l’importanza dei piani d’ascolto e a come il nostro pensiero può tradirci durante l’esecuzione di una scena.

Per far in modo che ogni allievo possa avere un percorso personalizzato è fondamentale un colloquio conoscitivo/lezione prova.